sabato 26 gennaio 2013

Binck un conto per fare trading a costo zero

BinckBank, primario istituto di credito con sede nei Paesi Bassi, ha realizzato un prodotto esclusivamente pensato per tutti coloro i quali fanno trading. Alla base di Binck, così si chiama il conto trading a zero spese oggetto della nostra analisi, c'è una particolare semplicità di utilizzo che va a sommarsi ai costi particolarmente ridotti. Il conto Binck non è un conto corrente vero e proprio ma un conto dedicato alle operazioni di trading. Su di esso, infatti, possono essere disposte operazioni di versamento e prelevamento ma non possono esservi collegati altri servizi bancari quali la carta di debito, la carta di credito, gli assegni, la domiciliazione delle bollette e il fido. Per funzionare ha bisogno di un conto corrente di appoggio, esattamente come avviene per i conti deposito. Il tasso creditore riconosciuto alla clientela varia in base al numero di operazioni effettuate nel trimestre precedente. Fino a 10 operazioni verrà corrisposto l'1%, da 11 a 100 il 2%, da 101 a 1000 il 3% e per finire, oltre 1000 il 4%. Sul fronte dei tassi debitore, invece, si avrà: tasso debitore nominale annuo per apertura di credito finalizzata alla Marginazione Long, addebitato con cadenza trimestrale 7%; Tasso debitore per scoperto di conto su divisore 365 in assenza di apertura di credito finalizzata alla Marginazione Long 10%. Così come le spese di apertura e tenuta conto, anche le spese di chiusura sono pari a zero. L'accredito delle somme trasferite da un conto di appoggio verso il conto Binck è immediato, mentre fare il contrario comporta l'attesa di un giorno lavorativo. Niente da dire, per chi ha intenzione di fare trading, questo strumento finanziario pensato da BinckBank è sicuramente un valido supporto, da prendere sicuramente in considerazione. VOTO: 8

sabato 19 gennaio 2013

Mutuo Domus Superflash

Mutuo Domus Superflash è un finanziamento destinato ai lavoratori atipici che hanno bisogno di acquistare un'unità abitativa pur non potendo fornire ampie garanzie. Intesa Sanpaolo, istituto di credito erogante, concede questa tipologia di mutuo solo a chi ha più di 18 anni e meno di 35, per durate che variano in funzione del tipo di mutuo. Se a tasso fisso, da 10 a 40 anni, se a tasso variabile, da 10 a 30 anni. Acquistando l'opzione denominata "Sospensione rate", al costo di 100 euro, è possibile sospendere il pagamento delle rate fino a 6 volte nel corso della vita del finanziamento e, grazie all'opzione "Flessibilità Durata", è possibile accorciare o allungare la durata del mutuo, modulando quindi l'importo della rata, fino a 10 anni nel caso del mutuo a tasso variabile e fino a 5 nel caso del tasso fisso. Mutuo Domus Superflash non prevede il pagamento di costi d'istruttoria, incasso rate. Attualmente su un mutuo di 100 mila euro a tasso fisso, il Taeg è del 6,50% circa, mentre per quanto riguarda il variabile siamo nell'ordine del 3,45%. VOTO: 6

martedì 15 gennaio 2013

La gamma Mutuo Arancio è tra le migliori in circolazione

Mutuo Arancio a tasso variabile è un prodotto a marchio IngDirect, la nota banca online che ha fatto della zucca il suo simbolo maggiormente rappresentativo fin dai tempi del lancio del famosissimo Conto Arancio, il primo conto deposito a fare la propria comparsa in Italia diversi anni fa. La gamma dei mutui proposti dal colosso finanziario olandese è assai ampia e per tutti i prodotti è prevista la gratuità dei costi di istruttoria della pratica, di perizia dell'immobile oggetto d'acquisto, di apertura e chiusura, di incasso rate, di comunicazioni periodiche rivolte alla clientela e, cosa nientaffatto trascurabile, l'assicurazione dell'immobile non è richiesta. Nella versione a tasso variabile, a tutt'oggi di gran lunga la più conveniente, il Mutuo Arancio è in grado di finanziare fino all'80% del valore dell'immobile, con una base di partenza pari a 50.000 euro. Per quanto concerne la versione a tasso rinegoziabile è previsto il pagamento di spese iniziali pari a 500 euro. Mentre per tutti i tipi di mutuo la durata va da 10 a 30 anni, nel caso del Mutuo Arancio a tasso fisso, si potrà scegliere fra un minimo di 10 e un massimo di 15 anni. Se si sceglie di pagare le rate del mutuo a tasso variabile attraverso un Conto Corrente Arancio, IngDirect riconosce un bonus che vale come una riduzione dello spread applicato al mutuo pari allo 0,30%. Con Mutuo Arancio a tasso fisso o a tasso fisso rinegoziabile, invece, si potrà beneficiare di una riduzione di 30 euro sugli interessi applicati a ciascuna rata a partire dalla terza sino alla 120esima del piano di ammortamento. Sicuramente la gamma Mutuo Arancio è tra le più valide dell'intero panorama nazionale e merita di essere presa in considerazione. VOTO: 7

venerdì 11 gennaio 2013

Caratteristiche della nuova banconota da 5 euro

A partire dal prossimo 2 maggio inizierà ad avere corso legale la nuova banconota da 5 euro, presentata ieri, dal Presidente della Bce Mario Draghi, presso il Museo Archeologico di Francoforte sul Meno nel corso dell'inaugurazione della mostra "Il nuovo volto dell’euro", in programma dall'11 gennaio al 10 marzo 2013. La decisione di realizzare una nuova banconota da 5 euro nasce dall'esigenza di far fronte all'emergenza scaturita dall'emissione di milioni e milioni di banconote false da parte di abilissimi falsari. Per contrastarne l'opera si è deciso di adottare nuove tecniche, ancora più sofisticate. Vediamo di capire quali sono le caratteristiche principali di queste nuove banconote. La filigrana e l’ologramma recano il ritratto di Europa, figura della mitologia greca da cui la nuova serie prende il nome. Il "numero verde smeraldo", l’elemento più evidente, cambia colore passando dal verde smeraldo al blu scuro e produce l’effetto di una luce che si sposta in senso verticale. Sui margini destro e sinistro della banconota sono percepibili dei trattini in rilievo che ne agevolano il riconoscimento, soprattutto per le persone con problemi visivi. Dal punto di vista stilistico, la nuova serie riporta gli stessi disegni della prima (ispirata al tema “Epoche e stili”) e gli stessi colori dominanti. Quella da 5 euro sarà la prima banconota ad essere sostituita, stessa sorte spetterà, nel corso degli anni, a tutte le altre banconote di diverso taglio. Ma vediamo più dettagliatamente cosa differenzia la nuova banconota da 5 euro rispetto a quella attualmente in circolazione:

  1. Guarda una banconota in controluce. Il filo di sicurezza appare come una linea scura su cui è leggibile la cifra del valore in microscrittura bianca. Il simbolo € compare nel filo di sicurezza della nuova banconota, mentre nei biglietti della prima serie è apposta la parola “EURO”.
  2. Guarda una banconota in controluce. Puoi scorgere un’immagine sfumata che mostra la cifra del valore e una finestra. Diventa visibile anche il ritratto di Europa (figura della mitologia greca).
  3. Muovi una banconota. La striscia argentata sulla destra rivela la cifra del valore e il simbolo €. Appaiono anche il ritratto di Europa e una finestra.
  4. Muovi una banconota. La cifra brillante posta nell’angolo inferiore sinistro produce l’effetto di una luce che si sposta in senso verticale. La cifra inoltre cambia colore, passando dal verde smeraldo al blu scuro.
  5. Tocca una banconota. Ha una particolare sonorità e consistenza. Stampa in rilievo. L’immagine principale, le iscrizioni e la cifra di grandi dimensioni indicante il valore sono stampate in rilievo. Sul fronte del biglietto si può percepire una serie di trattini in rilievo nei margini destro e sinistro.

giovedì 10 gennaio 2013

Cosa sono i bitcoin?

Nell'era del digitale anche la moneta assume un aspetto diverso dal solito e diventa elettronica. Spostare denaro in forma dematerializzata è ormai una consuetudine e quasi non ci facciamo più caso. Chi non ha mai usato una carta di credito, o uno strumento come Paypal o Moneybookers per ricevere denaro o effettuare pagamenti? La risposta è poca, pochissima gente. In questo settore gli operatori attivi sono moltissimi, ma una novità assoluta, anche se già presente da un po' di tempo, è rappresentata dai cosiddetti Bitcoin, una moneta digitale che consente di effettuare pagamenti istantanei a chiunque, in qualsiasi parte del mondo. Bitcoin utilizza una classica tecnologia peer-to-peer e non appartiene, di conseguenza, a nessuna autorità centrale (ad esempio, una banca). La gestione delle transazioni e di emissione di moneta sono effettuate collettivamente dalla rete. Per poter utilizzare i Bitcoin è necessario installare sul proprio pc un software gratuito e open source appositamente studiato. Sul fronte della privacy c'è da dire che scoprire l'identità di chi utilizza Bitcoin è pressocché impossibile. Raccontare come e quanto viene usato lo strumento, invece, si può. E lo hanno fatto Dorit Ron e Adi Shamir, ricercatori del Weizmann Institute of science di Israele. I due hanno analizzato le transazioni effettuate dal 3 gennaio 2009 al 13 maggio 2012 e hanno rivelato particolari inediti su questa moneta digitale. A cominciare dal numero di utenti che vi ricorrono, ovvero circa 2.460.000. Di questi, la stragrande maggioranza non effettua grandi spostamenti di denaro. Più di un terzo ha ricevuto meni di 1 Bitcoin (quindi circa 12 dollari al cambio di dicembre), più della metà meno di 10, la grande maggioranza non ha raggiunto i 100. Anche sul fronte dei risparmi prevalgono, in media, gli spiccioli: nel 97% dei casi il saldo di un deposito risulta inferiore ai 10 Bitcoin. Questo non vuol dire che non esistano i ricchi. A maggio, infatti, c'erano 78 soggetti con un saldo superiore ai 10.000 Bitcoin e 7 con più di 50.000. Quanto alle transazioni, nel periodo monitorato dallo studio ci sono stati 364 trasferimenti superiori ai 50.000 Bitcoin. Insomma, la moneta sarà pure virtuale ma la divisione tra 1% e 99% denunciata dal movimento Occupy Wall Street resta, anche in questo caso, più reale che mai. In Bitcoin chi offre e chi riceve questa moneta digitale ne accetta il valore, ma non c'è un tasso d'interesse e tantomeno uno spread da pagare. Non c'è neanche una banca centrale o un singolo organo emittente. È più simile a un'economia di baratto che non a un sistema monetario. I Bitcoin sono monete digitali emesse in quantità finita (21 milioni di monete generate in modo automatico dal 2009 sino al 2140). Personalmente l'ho utilizzato per effettuare un acquisto su un sito di e-commerce che supportava questo sistema di pagamento. La transazione è andata a buon fine e la merce è arrivata a destinazione nei tempi indicati. Considerato che non c'è da pagare alcuna commissione ritengo che una prova possiate farla tranquillamente su piccoli importi, anche se per grosse cifre lo trovo un tantinello lontano dai sistemi in uso più di frequente come le carte di credito che, in caso di problemi, offrono qualche salvacondotto. VOTO: 6,5

lunedì 7 gennaio 2013

Valutazione mutuo progetto lavoro Unicredit

Unicredit Banca ha, di recente, lanciato sul mercato il "Mutuo Progetto Lavoro", un prodotto decisamente interessante, disponibile in versione a tasso fisso e a tasso variabile, destinato a coloro i quali non hanno un contratto di lavoro a tempo indeterminato ma che comunque desiderano acquistare la propria prima casa. Configurandosi anche alla stregua di un mutuo a tasso misto, il "mutuo progetto lavoro" permette al contraente di passare, a scadenza prefissata ogni 5 anni, dal mutuo a tasso fisso al mutuo a tasso variabile. Il mutuo a tasso fisso ha durate che vanno da 5 a 20 anni. Al termine del periodo di tasso fisso (5, 10, 15 o 20 anni) il rimborso del residuo mutuo proseguirà automaticamente con applicazione di un tasso variabile. Su un mutuo di 30 anni, ad esempio, si potrà scegliere il tasso fisso e, per ipotesi, passare al tasso variabile dopo 10 anni, il che vuol dire che il mutuo sarà così distribuito: tasso fisso per 10 anni e tasso variabile per i restanti 20 anni. L'importo minimo ottenibile è pari a 30.000 euro, mentre quello massimo ammonta a 200.000 euro. Comunque sia non sarà possibile ottenere più del 70% del valore dell'immobile oggetto d'acquisto. É previsto il pagamento di un premio assicurativo obbligatorio a copertura dei danni derivanti da incendio e scoppio dell'immobile. Questa tipologia di mutuo si presenta come altamente personalizzabile in funzione delle più svariate esigenze di credito e, qualora si abbia una continuità lavorativa superiore ai 60 mesi, sarà possibile ottenere anche fino all'80% del valore dell'immobile. Nel complesso si tratta di un buon prodotto che ha il pregio di essere destinato a coloro i quali non hanno un lavoro certo. Voto: 6
Share/Save/Bookmark

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori non ha nno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post, i commenti ritenuti offensivi, di genere spam o non attinenti potranno essere cancellati; i commenti lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima e comunque verranno cancellati. Decliniamo ogni responsabilità per gli eventuali errori ed inesattezze riportati nel blog e per gli eventuali danni da essi derivanti.

Tutti i testi del blog sono regolati in base alla licenza Creative Commons per i diritti d'autore

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. E' obbligatorio citare l'autore dell'opera e linkare la fonte. E' vietato rimuovere i link presenti nel testo.

Privacy

Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.